single-image

Canarie, Tenerife e le sue piscine

Canarie: Tenerife e altre sei

Canarie e Tenerife, la più grande dell’arcipelago. Sono isole spagnole a tutti gli effetti per lingua, politica e tradizioni, che si trovano però di fronte al Marocco meridionale. Africa, dunque, per quanto riguarda natura e clima. In passato, dell’arcipelago avevo visitate due isole: Lanzarote e Tenerife. Mentre la prima mi aveva affascinata per il suo nero paesaggio lunare, la seconda, a dire il vero, non mi aveva poi toccata più di tanto. Era il periodo in cui cercavo soprattutto luoghi inesplorati, spiagge bianche e deserte: Tenerife non è così!Canarie Tenerife, io che prendo il sole ed offro di partecipare ad una caccia al tesoro
Dopo una lunga pausa, arriviamo alla primavera del 2017, quando ciò che mi aveva delusa la prima volta, acquistava un valore del tutto nuovo. Era cambiata totalmente la mia prospettiva, perché stavo cercando un posto per andare a viverci. Quindi, ecco la mia scelta per le Canarie e Tenerife in specifico: facilmente raggiungibile, non distante dai miei standard di  vita, con un clima temperato, senza sbalzi.

  • Canarie e Tenerife: una scoperta magica

Tutto ciò che guardiamo ci colpisce in modo diverso a seconda delle nostre aspettative e, soprattutto, del nostro atteggiamento. Così è successo che nella mia terza visita alle Canarie e seconda a Tenerife -maggio  2017 –  me ne sono innamorata fino al midollo. Perdutamente. La mia isola fatta a papera non è grande, ma offre a mio parere tantissimo: ripeto sempre che è come un Continente compresso ai minimi termini

Canarie Tenerife: sono all'altezza di una bandierina gialla su un mappamondo, vicino all'Africa orientale

  • Tenerife è un Continente?

Dico “Continente” perché racchiude:

  1. tanti paesaggi – dal terzo vulcano del mondo all’Oceano quasi onnipresente, così come dalla selva tropicale, umida e frondosa ai tratti desertici più puri
  2. città con vita intensa – musei, teatri, centri commerciali, un buon servizio sanitario
  3. climi molto diversi tra loro – si definiscono qui “microclimi”: percorrendo 10, 15 km. il clima cambia e, se al Sud l’estate soleggiata è praticamente continua in un’ora di macchina posso trovare una zona di pioggia, neve sul Teide e una primavera incantevole dalle mie parti

Dico anche che Tenerife è un “Continente” perché non si finisce mai di scoprirla: è già più di un anno che la giro in lungo e in largo e continua a stupirmi.

  • Canarie: Le spiagge di Tenerife

Abbiamo iniziato a percorrere l’isola partendo dal Sud.. Canarie, mappa di Tenerife che è a forma di paperaL’aeroporto meridionale(uno dei due dell’isola) è infatti quello che ospita il maggior numero di voli in connessione con l’Italia: sono diretti e, in generale, più economici. Il Sud, due anni fa, mi è piaciuto senza però incantarmi. Comodi i chilometri di spiaggia in cui fermarsi, così come l’offerta continua di strutture per chi abita da quelle parti. Il tutto è inoltre accompagnato da un tempo estivo praticamente continuo. Sembra una contraddizione parlare dei tanti vantaggi di un luogo, aggiungendo da subito: “… però non ci vorrei vivere” … Piuttosto che spiegare i tanti dettagli che mi portavano a questa conclusione, penso sia più facile portare un esempio facilmente comprensibile. Noi tutti abbiamo infatti più di una persona che apprezziamo e che magari ci piace pure … senza che ci passi neppure per la testa di potercene innamorare!

  • Canarie e Tenerife Nord

Per me, il Sud dell’isola ha agito proprio così. Due anni fa, dunque, quando sono arrivata alla Canarie Tenerife: sul capo della papera si legge

costiera settentrionale, ho perso di vista le spiagge gremite di turisti per un paesaggio di scogliere: belle ma piuttosto inospitali per i bagnanti. E’ stato lì che ho scoperto le prime piscine; per la precisione a Punta del Hidalgo – sulla testa della papera -. Adesso abbiamo comprato casa e ci viviamo contenti: per me, è stato un colpo di fulmine, amore a prima vista!


    breve

pausa…l’articolo continua sotto

  • Le piscine sono spesso il Mare di Tenerife Nord

Nella parte settentrionale dell’isola, le spiagge sono poche e spesso non comodissime per sostarci, perché quelle di sabbia sono quasi una rarità! Senza dimenticare poi che il mare di qui è popolato di onde e surfisti, ma, per bagnarsi con relativa tranquillità, ci sono solo i due o tre mesi pienamente estivi, quando anche l’Oceano prende un attimo di respiro. Nelle altre stagioni è freddo, piuttosto arrabbiato e decisamente pericoloso. Ben poco invitante, insomma. Con le piscine, ho iniziato a scoprire la magia di Tenerife che è profondamente bella, ma è soprattutto da scoprire, da conoscere. E’ il caso di un Mare burbero che poi si addomestica per noi in piscine naturali, innumerevoli lungo la costa in tutte le ore di bassa marea. Incantevoli.

  • Piscine pubbliche e private

Ancora più comode sono quelle in cui l’uomo è intervenuto, alzando la barriera degli scogli (sono più grandi e sicure) e liberandoci dalla necessità di rispettare strettamente gli orari della marea. Queste piscine sono generalmente dotate di servizi, lettini e ombrelloni. L’Oceano, tutto intorno, provvede a riempirle e svuotarle con le sue ondate. Pur se mitigate, infatti, nell’orario di punta dell’alta marea tali ondate provvedono ad un ricambio naturale dell’acqua. Aggiungo qui sotto foto di alcune delle piscine salate che conosco personalmente: distano fino ad un massimo di 5 km da casa mia. Sono tante, quindi: le pubbliche di Bajamar, Punta e Jover (gratuite), le private Altagay e Charco de las Arenas alla Punta del Hidalgo(l’ingresso costa dai tre agli otto euro a persona al giorno, a seconda del periodo, comprensivi di tutto: lettino, doccia calda eccetera), molte semi attrezzate (scalette, toilette) e innumerevoli quelle libere. Sono una meraviglia!

Privata Altagay - Punta del Hidalgo
Pubblica di Bajamar
privata Charco de las Arenas Punta del Hidalgo
privata Charco
pubblica Jover
Libera a Punta del Hidalgo
pubblica di Bajamar
previous arrow
next arrow
Slider

Leave a Comment

Your email address will not be published.